Scopi della Fondazione

La Fondazione, costituitasi con atto pubblico, non ha scopo di lucro ed esercita la propria utilità sociale nella valorizzazione della disciplina dell’architettura dell’attività di architetto, nelle sue diverse connotazioni e modalità di esercizio, quale attività di elevata rilevanza etica e sociale e ad alta incidenza ambientale. Si riporta l’elenco non esaustivo della propria attività:

  • l’organizzazione di attività culturali rivolte al pubblico
  • l’istituzione di attività e/o corsi di aggiornamento;
  • la promozione e la divulgazione di studi e ricerche;
  • l’organizzazione e la partecipazione al confronto pubblico;
  • la riqualificazione delle competenze professionali;
  • lo studio dei nuovi ruoli e servizi che caratterizzano l’attività propria dell’architetto;
  • la tutela e la conservazione degli archivi di architetti di particolare interesse culturale;
  • l’istituzione e il sovvenzionamento di borse di studio
  • la tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente attraverso la divulgazione di una architettura eco sostenibile;
  • il sostegno degli iscritti dell’ordine degli architetti in forte condizione di disagio socio economico;
  • la tutela, promozione e valorizzazione delle cose d’interesse artistico e storico di cui alla legge 1° giugno 1939, n. 1089, ivi comprese le biblioteche e i beni di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 settembre 1963, n. 1409;
  • la promozione della cultura e dell’arte, attraverso la realizzazione di convegni mostre e attività formative;
  • l’incentivazione della ricerca scientifica in relazione per lo sviluppo sociale economico del territorio direttamente o affidandola ad università, enti di ricerca ed altre fondazioni che la svolgano direttamente.

 

Lascia un commento