SEGNI ESITANTI

Segni esitanti, mostra di Giorgios Papaevangeliu, 29 giugno – 14 luglio a Spoleto

OBS(p)OLETO – SEGNI ESITANTI di Giorgios Papaevangeliu

La mostra raccoglie oltre 50 disegni a china e a matita che l’architetto-artista, Giorgios Papaevangeliu, realizza per giungere ad una sintesi formale del linguaggio architettonico. Disegni apparentemente informali dal punto di vista spaziale-architettonico delineano delle scelte progettuali, linee guida, che hanno ricadute su progetti realizzati nel corso degli anni. Il viaggio dentro le sue linee si conclude con un omaggio alla città di Spoleto; tra suggestioni storiche e accenni di utopia, l’architetto approda ad una riflessione critica sul Ponte delle Torri stabilendo un rapporto contemporaneo agli eremi del Monteluco. La mostra è introdotta da una lettura critica del Prof. Arch. Mario Pisani,

Giorgios Papaevangeliu

Si laurea con Franco Purini nel 2007 presso “La Sapienza” Università di Roma. Nel 2014 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Composizione Architettonica e Urbana. La modalità di percezione e fruizione dello spazio architettonico rappresentano l’interesse principale della sua attività teorica e progettuale. Questa riflessione prende forma in una continua attività artistica espressa con diverse tecniche,  accompagnata da una serie di testi critici pubblicati su riviste e libri di architettura. Nel 2019 è pubblicata la monografia “Giorgios Papaevangeliu. Disegno e progetto” a cura di Luca Porqueddu, che illustra i principali progetti e le realizzazioni, mettendo in evidenza il procedimento ideativo e costruttivo in tutte le sue fasi. Ha partecipato a diverse mostre di architettura in Italia e all’estero. Tra i suoi lavori si segnalano il Recupero del Sacrario dei martiri fascisti e l’Allestimento permanente dell’Archivio Storico della Provincia di Frosinone, realizzato all’interno del Palazzo della Provincia, opera selezionata ed esposta nel 2015 alla Ottava Biennale dei Giovani Architetti Ellenici presso il Museo Benaki di Atene; il progetto del 2013, parzialmente realizzato, per un complesso residenziale a Roma, in località Castel di Leva; gli allestimenti per la mostra Antonio Valente Archiscenotecnicopittorcinecostumistartista, rispettivamente realizzati presso il Palazzo della Provincia di Frosinone nel 2010 ed in seguito presso il Museo della Media Valle del Liri a Sora nel 2011. Attualmente è occupato con il recupero del Teatro Comunale di Priverno.

 

Lascia un commento