Uno stimolante dibattito ha dato il via alla mostra di BIOARCHITETTURA alla FUA

Perugia, 14 aprile 2011
E’ stata inaugurata questa mattina alla Fondazione Umbra per l’Architettura la mostra che propone gli esiti del concorso di progettazione sui temi della bioarchitettura indetto dalla Regione Umbria. Il concorso, finalizzato alla realizzazione di due complessi edilizi ad uso residenziale da realizzarsi, uno nel comune di Perugia (Lacugnano) e l’atro nel Comune di Terni (Gabelletta), prevedeva il rispetto dei principi della bioarchitettura e del risparmio energetico. Oltre 30 i gruppi temporanei di progettazione, provenienti da tutta Italia, che hanno partecipato al concorso, misurandosi con i temi della sostenibilità architettonica, del risparmio energetico e dello sfruttamento delle energie rinnovabili. Tema di progetto era l’ideazione di un edificio di housing sociale.

La mostra, patrocinata dalla Regione Umbria, dal Comune di Perugia, dal Comune di Terni, è stata realizzata a cura dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Perugia e della FUA – Fondazione Umbra per l’Architettura con il contributo dell’ATER Umbria.

Paolo Vinti
Architetto, Presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della provincia di Perugia e Presidente FUA – Fondazione Umbra per l’Architettura
Valeria Cardinali
Assessore Urbanistica, Edilizia pubblica, Edilizia privata Comune di Perugia
Alessandro Almadori
Architetto, Presidente ATER regionale, con un intervento dal titolo “Dalla competizione alla realizzazione”.
Paolo Luccioni
Architetto, docente di Progettazione architettonica alla facoltà di Architettura Valle Giulia, Roma, con un intervento dal titolo“ La casa sociale e la costruzione della città”
Luciano Tortoioli
Ingegnere, coordinatore regionale Territorio, Infrastrutture e Mobilità, con un intervento dal titolo”Nuovi scenari dell’Housing Sociale”

E’ seguito un interessante e stimolante dibattito con numerosi interventi da parte del pubblico in sala.

Lascia un commento